Marina di San Foca: cosa vedere nella terra salentina per una vacanza indimenticabile

san-foca-lecce

La Marina di San Foca si presenta come uno dei luoghi più affascinanti di tutto il territorio salentino. Coloro che la visitano dicono di aver scoperto una vera e proprio perla di rara bellezza. Del resto, la bellezza di questi luoghi attira di anno in anno un numero sempre crescente di turisti e vacanzieri, alla ricerca di una vacanza rilassante dove il contatto con la natura e le sue meraviglie la faccia da padrone.

Come ormai tutti sanno, il Salento può vantare innumerevoli spiagge bianche con acque cristalline, ma le spiagge di San Foca spiccano indubbiamente per la loro bellezza piuttosto peculiare, che viene sempre accompagnata dal calore delle tradizioni locali, la genuina cortesia degli abitanti del luogo, i sapori unici della cucina del territorio. Per tutte queste ragioni è bene visitare San Foca almeno una volta nella vita; e per non perdersi il meglio di questo territorio basta leggere questo articolo guida.

Cosa vedere a Marina di San Foca: meraviglie della natura

La riserva naturale Le Cesine

Una volta giunti a San Foca, è possibile visitare la riserva Le Cesine. Si tratta di una riserva sorta in una zona un tempo paludosa e umidaAl suo interno è possibile scoprire un mix di habitat unico nel suo genere: vegetazione spontanea mescolata a terreni agricoli disseminati prevalentemente di olivi, con un litorale affacciato direttamente sul Mar Adriatico, lungo il quale si alternano zone sabbiose a imponenti scogliere.

Le spiagge

Non è possibile visitare San Foca senza fermarsi nelle sue spiagge. Ogni spiaggia del paese presenta delle peculiarità che la rendono adatta a bagnanti specifici: ce n’è per tutti i gusti! Ricordiamo la spiaggia delle Fontanelle, vicina al centro abitato e perfetta per lo snorkeling grazie ai suoi scogli ed isolotti, e poi la spiaggia dei Brigantini e quella di San Basilio, da dove si possono ammirare tramonti idilliaci.

La cava da bauxite

Un’altra attrazione molto interessante e un po’ particolare di San Foca è la sua cava di Bauxite. Si tratta di una cava di minerale attiva fino agli anni ’70 e poi abbandonata. Ora, in questa zona, regna la natura incontaminata che ci offre dei panorami curiosi, come quello del lago color verde smeraldo immerso tra le rocce color rosso fuoco. Per chi ama le suggestioni naturali, una visita in questo luogo è un obbligo!

Cosa vedere a Marina di San Foca tra storia, cultura e buona cucina

Roca vecchia

Roca Vecchia è una località balneare tra le più amate della zona. Si tratta di un’antica e ricca città trasformata in un villaggio di pescatori. Sorge a strapiombo sul mare e in una location mozzafiato ospita è i resti dell’antico castello, teatro in passato di assalti e temuto covo di pirati. Poco lontano, inoltre, si trova anche la Grotta della Poesia, il cui nome è legato alla leggenda di una bellissima principessa abituata a fare il bagno in queste acque, trasformando il posto in un luogo di ispirazione per i poeti provenienti da tutto il Sud Italia.

Torre Sant’Andrea

Un’altra tappa da non è Torre di Sant’Andrea, il cui panorama assolato, selvaggio e frastagliato affascina chiunque. Il paese sorge in un punto in cui la costa si fa bassa per contornare, con calette e faraglioni, un caratteristico villaggio di pescatori. Qui il mare è un vero e proprio sogno, in cui acque trasparenti si insinuano in grotte rocciose a ridosso del mare. Qui, inoltre, sorgono locali di ogni tipo, in grado di accontentare ogni villeggiante, con cibi gustosi, musiche tradizionali e moderne, danze e atmosfere spensierate.